In giardino e in terrazzo:

  • Piantare le specie bulbose a fioritura primaverile come giacinti, tulipani, crocus, narcisi, frittillarie.
  • Estirpare le annuali che hanno concluso il ciclo vegetativo e sostituirle con specie a fioritura autunnale ed invernale.
  • Tagliare le infiorescenze sfiorite delle erbacee perenni estrarre dai vasi o dalle aiuole i bulbi a fioritura estiva e sostituirli con bulbi a fioritura tardo invernale e primaverile.
  • Piantare i nuovi arbusti, rampicanti e fruttiferi.
  • Cominciare a ritirare in luoghi riparati o in serra le piante più delicate e poco resistenti al freddo.
  • Potare gli arbusti a fioritura estiva.
  • Concimare gli arbusti con concime a lenta cessione.
  • Coprire il colletto di camelie e rose con torba per proteggerle dal freddo.
  • Verificare l’impianto di irrigazione e prepararlo per la pausa invernale.

Nell’orto e nel frutteto:

  • Potare i piccoli frutti.
  • Preparare il terreno per nuovi impianti con lavorazioni profonde e concimazione con letame e fertilizzanti.
  • Piantagioni e trapianti: aglio, asparago, bulbilli di cipolla, carciofo, cipolle precoci.

In casa:

  • Togliere foglie e rametti secchi e riportare in casa tutte le piante da appartamento.
  • Concimare e rinvasare le piante che lo necessitano.
  • Rinnovare lo strato superficiale del terriccio nei vasi con altro fresco.