In giardino e in terrazzo:

  • Progettare i nuovi interventi in giardino per essere pronti all’arrivo della primavera.
  • Se il terreno non è gelato è ancora possibile piantare alberi, arbusti e rose compresi gli alberi a foglia caduca in zolla.
  • Proteggere le piante meno rustiche con teli di tessuto non tessuto o ritirarle in serra prima delle gelate.
  • Pacciamare le piante di recente messa a dimora con corteccia di pino o lapillo per proteggerle dal freddo.
  • Concimare le specie a fioritura invernale.
  • Il tappeto erboso è bene che non sia calpestato troppo quando è bagnato o gelato.
  • Controllare che l’impianto di irrigazione sia chiuso e disattivo con tutte le tubazioni prive di acqua.
  • In caso di nevicate, scrollare i rami per evitare rotture o deformazioni.
  • Se sono scarse le precipitazioni e periodi molto ventosi, provvedere a bagnare le specie sempreverdi o a fioritura invernale come ciclamini, viole, cavoli ornamentali, eriche, ellebori circa una volta al mese nelle ore più calde della giornata.

Nell’orto e nel frutteto:

  • Se le condizioni lo permettono è possibile eseguire la potatura secca dei fruttiferi.
  • E’ consigliabile trattare le piante da frutto con prodotti rameici per evitare l’attacco di malattie fungine.
  • Piantagioni e trapianti: aglio, asparago, bulbilli di cipolla, carciofo.

In casa:

  • Nebulizzare la chioma delle piante, sensibili alla temperatura elevata e al clima secco delle nostre case.
  • Concimare le stelle di natale con prodotto per piante fiorite.
  • Pulire le foglie dalla polvere accumulata.
  • Ruotare di tanto in tanto i vasi affinché tutta la chioma delle piante riceva uguale quantità di luce e si possa sviluppare armoniosamente.